Are you a location?
login or register

vista_interna

Giorgio Baruffi - Fotografo per matrimoni
3 May 2022

corpopagina

Are you a location?
login or register

Banner

"La Kodak Retinette prestatami dal papà per la gita di quinta elementare fa bella mostra di sé in studio, la tengo carica, non si sa mai. Dalla mia prima volta sono passati quasi cinquant’anni, ma l’amore per la fotografia è tutt’ora vivo, pieno, pulsante. Sembra un po’ una presentazione da fotoamatore, ma alla fine è quello che sono, un fotoamatore che ha fatto della propria passione per la fotografia il proprio lavoro. Amo sul serio la fotografia, in maniera viscerale, ritengo che essa, in generale, esprima, racconti, rappresenti, informi, emozioni, documenti, denunci, illustri, e via discorrendo.

Ho scelto quella di matrimonio, non in maniera esclusiva, ma certamente preponderante, perché mi permette di vivere molti momenti unici, spesso irripetibili come solo le emozioni sincere sanno essere, e di raccontarli attraverso i miei occhi.

Il mio stile preponderante è quello del reportage, fotografo ciò che accade, non costruisco nulla. Non mi sento affatto un artista, io sono un artigiano che svolge il proprio lavoro mettendoci il cuore oltre alle mani ed alla testa. Prima che il termine artista nascesse, la prima definizione di artigiano era colui che creava usando le proprie mani. Anche pittori e scultori erano considerati artigiani.

Amo moltissimo il bianco e nero, venendo dalla pellicola è facile rimanere legati a questo tipo di visione, e una domanda che mi viene posta spesso è proprio questa: “ma perché i tuoi servizi fotografici di matrimonio sono prevalentemente in bianco e nero?” Adoro ricevere questa domanda, implica un interessamento al mio modo di concepire la fotografia di matrimonio facendomi capire che, prima di venire a parlare con me in studio, le coppie hanno osservato i miei lavori accorgendosi appunto che sono, in prevalenza, in bianco e nero e questo è notevolmente positivo perché, non lo nascondo per nulla, mi piace pensare di essere scelto per questo (e non sempre è così scontato).

Nella mia visione della fotografia di matrimonio i soggetti principali sono le sensazioni, le emozioni come ho già scritto, e queste non sfruttano i colori per mostrarsi. Il bianco e nero invece ha dalla sua un grande potere: ridurre le cose ai contorni, alla posizione nel fotogramma, al ruolo che esse hanno, di conseguenza può portare più facilmente alla comprensione del contenuto della fotografia (e non alla forma appunto). La nostra “fame di emozioni” e la ricerca di un messaggio che venga dalla fotografia che stiamo osservando, non essendo appagate dal colore, in qualche modo vanno saziate ed ecco perché l’attenzione si sposta sui contenuti, sul messaggio, sulle sensazioni presenti, ecco anche spiegato il perché io amo il bianco e nero, soprattutto nella fotografia di reportage e di matrimonio.

Per i clienti che sceglieranno me come fotografo, io offro esclusivamente la modalità classica per l’album, cioè con le fotografie incollate, mi occuperò personalmente di stamparle e di coccolarle, una ad una. Non perché i laboratori ai quali mi sono affidato nel passato non siano più in grado di offrire un servizio più che ottimo, assolutamente, ma solo perché la cura e l’attenzione per ogni fotografia stampata, ritengo possano essere più elevate da parte di chi ha eseguito materialmente gli scatti. Alla fine, come ho già detto, mi piace ritenermi un artigiano, quindi meglio esserlo sino in fondo no? La scelta della stampa in proprio dei servizi fotografici di matrimonio mi permette di offrire stampe eseguite su carte pregiate, 100% cotone, carte prive di molte sostanze tossiche, in questo modo cerco anche di salvaguardare, nel mio piccolo, il nostro ambiente. Esattamente come per le stampe che affidavo al laboratorio esterno, sarà possibile scegliere una carta patinata di altissima qualità, con superficie Matte (opaca) ultraliscia oppure, la mia preferita, la Hahnemuhle Photo Rag®, questa è al 100% in cellulosa di cotone, Matte (opaca) ultraliscia, di colore bianco e con qualità Museum. Hahnemuhle, per chi non la conoscesse, è una delle migliori cartiere al mondo, adotta standard qualitativi riconosciuti a livello internazionale, tanto che la loro carta (nelle varie tipologie) è utilizzata per stampe esposte nei migliori musei."

Ringraziamo Giorgio Baruffi per averci concesso questa emozionante intervista.

Invitiamo le coppie di futuri sposi a visitare il suo sito web: www.gbfotografia.com e a contattarlo per un preventivo.

footerinternal eng

Copyright © 2015
Matrimonio Party Style
Terms and conditions

FOLLOW US ON

facebook
instagram
pinterest